Aggiornato il 11/12/2017
Trova il tuo podologo Un aiuto ai tuoi piedi In allestimento Vuoi fare una domanda? Chirurgia della Mano
il portale italiano dedicato alla cura ed alla salute del piedeHome PageHome pageCollaboratoriCollaboratoriLibriLibriRegistrati

il professionista risponde

Torna all'indice Torna all'indice
Asportazione dell'unghia incarnita
risponde: Paolo Ronconi

DOMANDA:
Gentilissimo professore,
sono un ragazzo di 17 anni già operato due volte di unghia incarnita e mi è stata asportata l'unghia, con gran dolore.
Puntualmente l'unghia mi è ricresciuta come prima e mi fà male.
Che devo fare?.
Mi devo operare di nuovo? Spero di no.

RISPOSTA
L'unghia incarnita può recidivare se non vengono eliminate le zone di matrice (tessuto che permette la ricrescita dell'unghia) esuberanti.
Con le tecniche tradizionali, questo non è possibile perché l'unghia ricrescerà, dopo la sua asportazione totale, esattamente come prima.
La tecnica più attuale, è quella della fenolizzazione, che elimina la matrice esuberante e consente una regolare e corretta crescita ungueale.
Temo quindi che dovrà fare un ultimo, estremo tentativo.
GLI ARTICOLI
  Piedi gonfi
  Il plantare in estate, si o no?
  L'altezza della scarpa
  Il diabete, nemico dei piedi.
  Micosi
  Cosa si intende per ipercheratosi?
  Auricoloterapia e OMS
  Auricoloterapia posturale?
  La posturologia come terapia
  Psicologie e Postura
RICERCA


   


back page

 Copyright © Timeo Editore - Bologna (Italia)
 L'uso e l'accesso a questo sito sono soggetti ai termini ed alle condizioni definiti nella sezione "Note dell'Editore"